Blog: http://ciromonacella.ilcannocchiale.it

Fantasticonomastico

“Rassegnati,

sei uomo di penna e calamaio:

smettila di correre dietro alla sfera di pelle.”  F.N.

 

Ho fatto crack. Ha fatto crack dopo due partite in due giorni. E già che di suo, e di mio, ne abbiamo combinate tante in passato e tanti crack abbiamo condiviso, ma questa volta è l’indolenza meridionale che porto alla ghigliotta. Il campo era duro, terreno come asfalto, tutto sconnesso, irregolare, buccia d‘arancia, che ti rificca tutta l’energia che impieghi nella corsa e nei vari accessori del calcio dritta in vibrazioni su per la colonna vertebrale. Ma il terreno è terreno, lui mica lo sa, mica lo fa apposta. È l’indolenza del proprietario del campo, è l’indolenza del vollese, del vollese che risparmia sull’acqua e sul rastrello. Ora io sto qua craccato nel letto che parlo mentre la mia bella crocerossina digitalizza i miei pensieri sotto dittatoriale dettatura, e io parlo, parlo, mannaggia ’a maronn’, ‘o patatern, bestemmio, tiro giù tutto il calendario che oggi segna San Ciro. San Ciro ‘o cazz! San Ciro è ricchione! Sarò assente finché non tornerà la crocerossina ad aggiornarmi sui fatti del web. Ma nel frattempo voi, potendo, tenete d’occhio libmagazine che anche oggi s’è aggiornato.

Pubblicato il 31/1/2008 alle 16.21 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web