Blog: http://ciromonacella.ilcannocchiale.it

il fascino della lirica colpisce ancora

Diciamo che il Labouratorio più che situazionista parte leggermente impreciso. Veste un’epigrafe per cui pecca proprio dove il buon giornalista soffre il peggior incubo: la verifica delle fonti. La citazione che apre il numero zero è tratta da Pulp Fiction (nel sito campeggia infatti una bella foto chiarificatrice e fin qui ci siamo, ma non basta e lo vedremo fra poco) e suona così “Il cammino dell’ uomo timorato è minacciato dalle iniquità degli esseri egoisti e dalla tirannia degli uomini malvagi. Benedetto sia colui che nel nome della carità e della buona volontà conduce i deboli attraverso la valle delle tenebre, perché egli è il pastore di suo fratello ed il ricercatore dei figli smarriti. E la mia giustizia ricadrà con grandissima vendetta e furiosissimo sdegno su coloro che proveranno ad ammorbare e distruggere i miei fratelli. E tu saprai che il mio nome è quello del Signore quando farò calare la mia vendetta sopra di te.” Subito dopo il passo viene ritenuto dal Ciuffoletti come estrapolato dalla Bibbia, anzi senza estrapolato: un passo della bibbia”, con un indice d’appartenenza assai più denso della banale estrapolazione. Ma al Ciuffoletti sarebbe bastata una semplicissima sfogliata per trovare nell’antico testamento sotto il grassetto “Ezechiele 25-32 una serie di numeretti in grassetto seguiti da alcune frasi; ebbene, al numero 17 (in grassetto anche questo, più o meno così “17) si può leggere “Farò su di loro terribili vendette, castighi furiosi, e sapranno che io sono il Signore, quando eseguirò su di loro la vendetta” nella verisione C.E.I.; oppure “eseguirò su di loro grandi vendette, li riprenderò con furore, ed essi conosceranno che io sono il Signore, quando avrò fatto loro sentire la mia vendetta” nella versione Nuova Riveduta; e “Innalzeranno su di te un lamento e ti diranno: -Come sei perita, tu che eri abitata dai principi del mare, la città famosa, che eri così potente in mare? Tu e i tuoi abitanti incutevate terrore a tutti quelli che abitavano lì-nella versione Nuova Diodati.

Non si tratta di anomalo miracolo inverso per cui le parole emanate da dio vengano poi da egli stesso improvvisamente riassorbite. È semplicemente che il passo (re)citato da Samuel L. Jackson in Pulp Fiction non è mai comparso manco di striscio nella bibbia. Ma andiamo, sù, ci può stare: numero zero primo errore, ma tanti auguri alla nuova avventura perché siamo del parere che più si scrive meglio è. Certo, potevo anche limitarmi a fare gli auguri e muto… ma non ce l’ho fatta: il cinema è una cosa seria, mica politica…

Pubblicato il 3/12/2007 alle 17.17 nella rubrica mirada pirata.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web