Blog: http://ciromonacella.ilcannocchiale.it

la scelta del titolo è sempre casuale

 

Sto tornando – un po’ di pazienza, lo dico soprattutto a me. Ringrazio chi è passato di qui in mia assenza: è bello trovare anime per casa al ritorno: graffi sulle sedie, forfora nel lavandino e strisciate di sudore alle pareti. Sto tornando.

Nel frattempo mollo qua questa. Chiamiamola, strisciata.

 



Bradisismo

 

Barca ch’attracca al lievitar di nembi

Orso, germoglio, lama pugnalante

Spareggiato il sale fa il corsaro

Bitume, scolo, capovolto monte

 

Fossi porcellana godrei dei fratti

Resto, grado, moneta che scintilla

Mentre è lingua sciolta questa corsa

Stallo, stecca, Oceano sotto Scilla

 

Oltre i miei talloni vapori e tuoni

Ché quanto efelidi e brecciati nastri

Morbida terra fa di passi fossi

 

Così piange, e langue: chiama ostello

E mormora, vacilla, ne fa impiastro

Del goccio s’abita, e polpastrello rosso

Pubblicato il 24/11/2007 alle 12.25 nella rubrica 'O Munaciell'.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web