Blog: http://ciromonacella.ilcannocchiale.it

Salutiamo con questa faccia il salutismo di facciata

Un’ordinanza comunale emessa dall’assessore alla sanità Gennaro Nasti impone il divieto di fumo nei parchi cittadini napoletani in presenza di bambini inferiori ai dodici anni e di donne incinte.


[Prego, qui clicca play]    


Musica, maestro. Pretty woman puttanata di gran classe, grande cipria sul facciotto cicatrizzato dalle pustole cacofoniche che suonano “allarme fumo passivo”, sirena spiegata contro farfalline notturne, puttanata d’alto borgo marinaro, questo è il gusto. Un gorgoglio, un gargarismo di muco d’argilla di vecchio polmo incancrenito, o mia Napoli che ti lasci fare! Avanguardia un cazzo. Ché alla donna incinta e al bambino inferiore ai dodici anni fa forse bene l’apertura prematura dei sacchetti neri dove imputridiscono all’unisono lische di pesce, croste di crostaceo, smilze di fegatelli a aceto, lattuga impapaverita, latta impoverita, olio fritto olio crudo olio grasso di porco scannato in piazza, gomma arsa, salsa di tonno, budella d’assorbente pregno, carte spermocolme, emostasi in polvere, flutti galleggianti, gialle bucce, avanzi di bucchini acerbi.

Questa è la strada, assessor Nasty, che porta al parco dove tu joggy con le tue pacchetelle sode.

Pubblicato il 18/11/2007 alle 14.26 nella rubrica mirada pirata.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web