Blog: http://ciromonacella.ilcannocchiale.it

La politica estera è una cosa seria (seconda parte)

                        

Ieri, dopo pappata la pappa con la birra, mi ha frullato un certo sordore da maniscalco, di quelli cattivi, dannosi, contro chi si concentra a picchettare i ferri, i ferri di cavalli, ma anche di missoni, sordore, di quelli che presagiscono l’imminente apertura di mari di rosse tristure. Così, mezclo d’abboffato e di di disilluso di questo paccoccio che l’Italietta confeziona a ogni visita in ospedale, biscottini, pesche sciroppate, caduti e morti su lische di banane transatlantiche o nordatlantiche sarebbe stato certo meglio e più ammissibile… invece uno cade così, buttato un po’ da chi ne ha avuto zeppole e babbà. Allora mi intossicavo, in codesto modo, nevvero? E m’è pruruta l’ideuccia di fissarmi a romanzare sulla notte di questi buffi faccendieri di partito, col cuscino rovente che gli pizzica la guancia, perché è il cuscino del salotto, abituato a porgersi a culi di stoffa cruda e non a carne viva e nuda, appesi lì, con un occhio da Orfeo e l’altro al telefono che squilla ed è pronto ed è chi parla ed è il collega di partito che ti dice che semmai se tu ledessi meno se tu facessi un retropasso se tu se tu e se noi, invece, ti dessimo quel posto quella tal poltrona quella tal battona che volevi e che è passata grazie a dio ma specie al cazzo a danzare in tivvùvvù coi polpacci solo rivestiti?
Pensate, meditate, genti, meditate sulle notti insonni di questi sacrificati rappresentanti di un popolino che, per quale ragione non si sa, ha scelto, complessivamente, al netto dei ritagli partituncoli, di andare a destra. O al centro. Ma comunque indietro.
                                               

Porca miseria. Mi sa che non ne ho parlato affatto della storia di Prodi e di D’Alema. Ma alla prossima… alla prossima giurin giurello che lo fo.

O'Munaciell'

Pubblicato il 22/2/2007 alle 10.23 nella rubrica 'O Munaciell'.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web