Blog: http://ciromonacella.ilcannocchiale.it

la politica estera è una cosa seria

Io no.

Ci sarà qualcuno che se l’è presa a male. Qualcuno che se ne è agevolmente sbattuto. Qualcuno che penserà di trovarsi un Golgota nel salotto, davanti ai sicuri speciali della seconda serata, e qualcun altro che dal Golgota crede di essere disceso dalla via secondaria, quella senza sudario. Io no. Cioè, io niente di tutto questo. Sono alle prese con una ben più vitale questione. Niente carne oggi. Allora, che è poi buono anche come palliativo, fate come faccio io per cena.
Prendete una mezza cipolla e tagliatela fina fina. Giù nell’olio con anche un’unghietta di pereperoncino (ci siamo capiti, quello rosso). Quando la cipolla sarà dorata controllatene i carati, che se è proprio buona conviene non mangiarla.. visto mai s’evolva male la cosa parlamentare. Tagliate un bel salsicciotto tedesco (wurstel) in dadini o anellini o comunque piccoli pezzi, e mettetelo nella padella. Poi versare un po’ di birra e far svaporare. Sale, pepe.
Alla fine un po’ di panna liquida. Farla addensare. Nel frattempo… ah, avete acceso sotto l’acqua per la pasta? No? Sbrigatevi allora, citrulli!
A termine cottura fate saltare la pasta, pennette rigate, preferibilmente. Non fate saltare troppo in alto. Ecco il primo. Per il secondo, ricordando sempre che la carne non è ammessa in tavola oggi, orientatevi come me: un bel petto di pollo infarinato e cotto al burro e brandy: pollo in B.B.

 

 

Quando ero piccolo credevo che la carne fosse solo quella di mucca. Strano. Insomma. Ora credo che la carne sia solo quella di donna. Strano uguale, ma strano meglio.

Un saluto a Brigitte Bardot, affezionata lettrice.

Pubblicato il 21/2/2007 alle 18.56 nella rubrica 'O Munaciell'.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web