Blog: http://ciromonacella.ilcannocchiale.it

La palla è quadrata /2

                

Il pm di Catania, Renato Papa, sostiene che fermarsi, sospendere i campionati, sarebbe un errore perché significherebbe che lo sport è ostaggio di bande di delinquenti. E diamogliela pure buona nella misura in cui fermarsi, in questo paese, debba intendere proprio… fermarsi, cioè stendere la natica nella palude e attendere il messia, la mamma madonna, al peggio un santo al volo – poi dicono che la chioccia vaticana non c’azzecca coi nostri malanni!
Proviamo invece a immaginare, nella fattispecie, un nuovo significato per quel verbo. Che Italia sarebbe, questa del pallone in emergenza, se fermarsi varrebbe sospendere i campionati mentre - contemporaneamente, e fino a risultati ottenuti - si procede a slacciare le manacce del tifo organizzato dalle società sportive? Io non credo che gli ultràs si procurino diritto di parola per atto unilaterale, altrimenti potrei svegliarmi domani e decidere di chiedere gratuitamente una dozzina di biglietti per la prossima trasferta del Napoli e invitare anche te. No! L’altro contraente è molto più potente economicamente, eppure cede al compromesso: perché? Cosa ne ottiene?
Diffido dal ruolo ombra dei presidenti delle società. Ed è per questa diffidenza che mi auguro, in via precauzionale, l’immediata sospensione di tutti i campionati italiani di calcio a tempo indeterminato.

 

Tanto io il fantacalcio non lo faccio.

Pubblicato il 4/2/2007 alle 9.40 nella rubrica sport.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web