Blog: http://ciromonacella.ilcannocchiale.it

- UNA CAVIGLIA - UNO GLIO'MMERO -

Benedetto sedici volte: versamento endoarticolare evidente a livello dell’inserzione malleolare del legamento peroneo astragalico. Mafalda di Savoia, una premessa regale, un dono, cacca piuttosto. Questa mitologia demoscopica! Nel primo pomeriggio Maria De Filippi, quella che dorma il letto con costanza, indirizza con polso sacerdotale i peni e le vagine, lubrifica, diciamo. Questo perché ho la caviglia rotta, lo stress, il caldo, la commozione, e scrivo di pugno e consegno a chi  posta per me. Arto in scarico. Gadda, paio di libri, Di Giacomo pure. Tv. Alla notte la tv italiana risorge, ma fino alle 23 è un sottanaio d’epoca e finzione, tv seriale che con poche schegge d’albatro fa 30 manette. Finalmente, Steven Segal, prima o poi morirà, mi spero. Ma in notte draculea, Minoli domanda della gran kasba che nella rada di Livorno; e più di 100 toraci arsi. Mentana e Vespa in waltzer, c’è di peggio. Poi film migliori, rassegna stampa, caviglia sussulta, buio, incubi, una parolina di Bardamu, ancora caviglia, incubi. Il peroneo astragalico appare ispessito come per note di flogosi post traumatico-distorsiva, Vercingetorige! Cioè incubi.

Pubblicato il 30/11/2006 alle 13.16 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web