Blog: http://ciromonacella.ilcannocchiale.it

Gran bazar


Per qualche mese di bizzarra salute e cattivo umore, m’ero perso a scrivere dietro uno spesso filtro di pesantezza. Serietà, manco fossi in debito con la sorte per qualche titolo che avvalorasse le mie sillabe. Non ascoltavo la voce del Munaciello, la perdevo in uno dei fantasmi dell’ eco. Né escludo che lui pure fosse spento, aturdìdo. Poi sono passato al  mercato . E ho ricordato la vocazione. Sai, che leggi, da qualche tempo sviluppo una teoria per la quale l’uomo non conosce, ma ri-conosce, al massimo bi-conosce. Ma qualche mese è poco. E poi a chè spiegarla? E, niente… non avevo certo preso la penna per trovare la causa dei suicidi in massa delle balene. Piuttosto per elogiarne il gesto, affondare nel dolore, se il Munaciello parla potrei volarci sopra come quell’ alito d’acqua verticale, e riderne. Non certo causa e concausa, chè l’una mi riempie il destro e l’altra il coglio sinistro. Sia detto, questo, nel massimo rispetto per ogni causa seria, e con lo spazio tralasciato che occorre, talvolta anche a me, nella decifrazione di un movente, o una spinta, o una mossa scacchistica. Però nasco per altro. E l’ho ricordato. Al massimo bi-cordato.

Pubblicato il 17/11/2006 alle 0.54 nella rubrica 'O Munaciell'.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web