Blog: http://ciromonacella.ilcannocchiale.it

Quando i calcoli sono fatti a bilancino

                             

La svittoria (no, io non mi distraggo) di Prodi alle politiche ha permesso ad un variopinto schieramento di spigliarsi (manco qua mi distraggo) il parlamento. Nel suddetto schieramento c’era qualcuno, fra radicali e comunisti, che garantiva di battersi per la liberalizzazione delle droghe leggere. Ora Livia Turco mi fa il contentino di alzare la soglia per il possesso personale. E che è? Dove me lo devo mettere, donna Livia, il suo presentino? M’infurio un tantinello perché sono ingenuo, le parole le smisuro (...) e… ci credo. Mappoi, mi rassereno. Divento scientifico e faccio i miei calcoli. Approssimo, però. Tutto chiaro: quanti saranno i parlamentari comunisti e quanti quelli radicali? Ecco, appunto. Facciamo, per darci un’idea della mole da scariare, 630 più 315. Siamo a 945. Ora, su 945, bandita la legalizaciòn, il numero dei nostri è così piccolo che vale giusto quei 500 mg sputati sputati. Sono questi i casi, i pochi, in cui davvero voterei una scimmia.

 O’Munaciell

Pubblicato il 14/11/2006 alle 18.34 nella rubrica 'O Munaciell'.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web