Blog: http://ciromonacella.ilcannocchiale.it

ZAAPP!

                                                           

Ieri l’orrido Cultura Moderna ha donato, in apparenza, 500.000 euro a una gnocca. Passatemi l’indirizzo, che la gnocca ha tutta l’occorrenza, occhi verdacqua, bocce turgide con tanto di neo, e una vicinanza quantomeno da sospetto con la Corvaglia bionda; lei, dimenticavo, brunetta frangettata. Nondimeno mi puzza. Comunque vada, Ricci con le mani in pasta non si fa beccare, tanto vale rendersi.

Cosa più anomala, eppur ormai solita -con vilipendio al pubblico occhio, noto che ormai in giro per la penisola i poveracci hanno ufficialmente ripreso a farsi chiudere, chi con le pupe – capre – chi con un fantabismilione da girare ad un unico poveraccio. In settimana ci sarà anche il sacro sigillo posto dalla Ventura, che dirla mala ventura sarebbe ancora un blando starnuto. Poi si chiuderanno i tradizionalisti, quelli del big eye, quelli che poi, fra scosciate e – pari opportunità – sbicipidiate, i soldi veri li vedranno presto e bene grazie all’intoccabile cafone nazionale che di costanza ha occupato mediaset e viagirando.

Ora mi domando una cosa da poco, ma me la devo domandare. Ricordo che all’inizio dell’era del reality la chiusa in una villa, in un buco, fosse pure un Maschio Angioino, rappresentava, per la pregevole spuntata di libertà, una prova, una sofferenza che valesse forse, ma proprio forse, il soldino finale. E… cosa è cambiato, signori? Non c’è più segno di sofferenza nella segregazione. Non una spina in fronte o un palo nel costato? La nostra civiltà vive uno stallo per cui l’individuo può benissimo accettare di chiudersi in una stalla, a patto che quanti più individui possibile lo vedano, lo sappiano, se ne masturbino. E non è ciò dipeso dalla graduale risemantizzazione della parola chiusura? Forse che una stanzetta con un computer e internet – e blog – non è chiusa al resto del mondo fisico e olfattivo e sonoro? Io so dove stiamo andando, non mi ribello chè tanto andava fatto, ma c’ho un romanzo scritto/bloccato a metà sulla faccenda. E la fine mi spaventa. Un bacio, e votatemi!

Pubblicato il 8/9/2006 alle 13.51 nella rubrica televizione.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web