.
Annunci online

ciromonacella
'o munaciello


Diario


4 ottobre 2007

a lo mejor es un rincòn

 

Senza pretese di voler strafare, come un vero fannullone – o parassita, che dir si polla – utilizzo un piccolo spazio chez le munaciell per vendicarmi della solitudine delle cose scritte.

Ad evitare guai penali ad avventori iniziati e terminali, avverto: i diritti d’autore delle cose scritte stanno nelle cartucce gloriose della “Autodidatti Riuniti Muniti di Stampante” edizioni, vesuviana per costrizione ed onorabilità. Per consultarne gli archivi si prega di rivolgersi alle pire di fumo del vollese.

 

La prima cosa –  ‘a rrobba shcritt’ – non ha un titolo, ma un corpo compatto, monologico: è la mia prima invasione in prosa, dove nasce la parola senza soggetto, dove ogni parola partorisce la successiva, ed il soggetto si fa andando. Sì, c’è odore di placenta e di scoperta; ‘na cosa megli’e’chesta?

Ringrazio il munaciello, ospite polistrumentista, per l’accoglienza, e la perfecta blogger per la pazienza. Lo spazio ed i tempi di un blog, il suo ritmo, non va proprio d’accordo con quello delle cose scritte: leggere è infatti un mistero quasi quanto scrivere. Adattatevi, dunque, se vi piace.

 

 

Mouhamad Al Fahridi




Gesti. Gesti umani. Molto di più. Pietà. Io, io sì, io invece. Non posso. Uno, due, tre : Aborti. L’ho sparata. Ho sparato; sui gesticuli. Voi, voi, ma se fossi in vena d’indulgenze, una venuzza, direi : diaspore; uno, due, tre : diaspore d’essere. Roteando le braccia a formare un cerchio conchiuso. Inclusivo. Di tutti. Certo il dramma è l’esclusività. Ci si ammazzerebbe per una privazione. Tiresia, l’uomo che è stato donna, e poi pescivendolo, o mercante di spezie, suicida in seguito ad un disgraziato impiego in banca, non avrebbe pietà di voi. E neanch’io. Certo io non sono stato donna. Un peccato. Il piacere contrattivo, la passività e le altre moine che voi andate gesticulando, è un fatto di piani di stile. Si può fare, là, da voi; con specie. Desolazione. Ribrezzo e desolazione . Si deve fare, qua; quaggiù. Così giù che il calore soffoca. Ma poi dipende dalla stagione. Altre volte si intirizziscono i piedi. Ma la specie è crollata, marcita, triturata, sminuzzata. E sta. Infatti è un po’ ambigua; mi offende. Bisognerebbe smettere di andare causa soltanto questo inerte retaggio senile. Tanto comunque si muove. È proprio inutile quel movimento particolarmente coinvolgente, implicante. Si giudicherà. E’ probabile, la materia: i probabili grumi di polvere addensati tra l’alluce e le altre innominabili dita. E’ la situazione preferibile, quando la sky line sono dei piedi sporchi. Orizzonti di grumi. Ma questi peccati di gola. E’ bene tacere. E’ una cosa frequente. Bisogna saperne, di oggetti. E di aneddoti. Non si sa mai. Il rubino dello champagne. Situazione. Posizione. Situati e posti. Ordine, please. Alla prossima probabilità di significazione, c’è un premio nuovo. Tutto nuovo. Una nuova indulgenza. Silenzio. Gesti nuovi. Taciuti. Zitti. La minima dispersione è fondamentale. E’ fondamentale disperdere il minimo. Bisognerebbe disperdere, quanto meno. Possibile. Insomma. Tono. Musica. Una volta Tiresia mi disse “ non si vede”. Ma è passato molto tempo. E figurati. Se tutta la capacità , incanalata, puntata ( posta e situata ), potesse farci vedere. Un fatto d’inclinazione. Colle palpebre chiuse si può sempre deformare i riflessi di luce assunti, ma è passato molto tempo, e dargli nomi, del tipo: Ossessione, USTERON PROTERON. Sì; ma, aspetti, credere ai nomi è un USTERON PROTERON. Tono. Sì. Sì, è sempre un passo solo, che ci separa, dall’informe. Ed allora, sì, orge amorfe. Ma le luci, gli oggetti, i cieli arrugginiti dalle luci, sospesi sui crani eretti dei cipressi. Sì. Si può durare. Anche indefinite circoscrizioni di evento. Anche sbavature, simmetrie, circuiti. Di possibilità. Sì. Soltanto: indefinite circoscrizioni di evento. E poi, pezzo pezzo, fare somme. No. Infatti no. Ogni pezzo il cordone aggrappato all’utero dell’altro. Una immensa filiazione. Complimenti. E poi i figli si sa quando crescono dimenticano. E l’individuazione non si può toccare. Noli tangere. Tanti ranocchi. Ognuno il suo reame. Il suo stagno. Il suo sedimento. Si giudicherà. Infatti Tiresia, quaggiù, finiva sempre così, dicendo si giudicherà. Si vedrà. Ma se non si vede, dico io, con tutta la posizione, la situazione, con tutta la mira, come si vedrà, non lo so. Non si può credere, agli uomini che sono stati donne. E pescivendoli. E così. Via. Non si può credere. E’ una cosa triste, non ci sono momenti che non siano estremi, non ci sono momenti. E’ una cosa triste. Punire dopo aver subordinato. Punire i subordinati. Subordinati puniscono subordinati. C’è dell’altro. Se la contesa è tra oggettini. Acefali. Gestanti; non bisogna sforzarsi così, c’è il rischio di partorire. Mostri. C’è sempre dell’altro. Ad un passo. O due. E’ quello che dico spesso. Dovrei notiziare. Ed allora: tono. Divulgativo. La probabilità di morire è sempre molto alta. La probabilità di vivere è sempre troppo alta. I giochi sono fatti. I conati irriflessivi. Assuefatti. Compiuti i riti, non si può. Si raccomanda, esercizio. Tecnica, tecnica.




permalink | inviato da ciromonacella il 4/10/2007 alle 1:18 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (11) | Versione per la stampa
sfoglia     settembre        novembre
 
 




blog letto 1019277 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

Diario
mirada pirata
fantacucina
sport
cinèma
duende
televizione
'O Munaciell'
a lo mejor es un rincòn
Postero
Memorie del Munaciello

VAI A VEDERE

CINEMA

Arriva La Bufera
Zodiac
Manhattan
Zatoichi
l'arte del sogno
Hannibal Lecter
club silencio 1
club silencio 2
inland empire
Hero
NuovoMondo
L'ultimo bacio
spielberg
slevin
domino
sucker free city
amoresperros
prime
broken flowers
a straight story
filologia germanica zombie
volver
codice da vinci
guantanamera
hostel
crash
inside man: la 30° ora
il caimano
la promessa
Babel
Munich
Confessioni di una mente pericolosa
Bregovic
l'amico di famiglia
everything is illuminated
il diavolo veste prada
little miss sunshine
Le vite degli altri
Le conseguenze dell'amore
saturno contro
arthur e il popolo dei minimei
the departed
Crocevia della morte
blood diamond
Come Harry divenne un albero
Vertigo
le avventure acquatiche del capitan Zissou
Il mercante di pietre
Frankenstain Junior
Bobby
New York stories
Apocalypto
Le regole dell'attrazione
I falchi della notte



scrivimi qua:
mooncium@libero.it



da Libmagazine
No Country For Old Men
Sogni E Delitti: to kill or not to kill
Caos Calmo
Irina Palm, vedova delle pippe
Into The Wild
Eastern Promises
La Ragazza Del Lago
Tv-Days
Paranoid Park
L'uovo di natale
Il Beowulf del pc di Zemeckis
Niente è come sembra. L'artista e il pubblico.
Pornografia ed erotismo
Un trip da Don Chisciotte al Dr. Gonzo
Il superomismo di Danny Boyle
La festa del cinema non può accecarci
Planet Terror
Venezia, l'abboffata di ogni Crono
Il buio nell’anima
Il vortice della vita non è così asciutto
Sognando un altro sogno
Il controtempo di Kitano
Flags of our fathers
The Good Shepherd
Morricone, l’omino della musica
Saw 3, so bad
300, la levata dei figli di Serse
Inland Empire
L’ultimo re di Scozia

Clicca qui per
le mie vignette


Blog-roll

Agiamo

Aioros

Alcestis

Alterego

Angolo Di Bolina
Angolo Sbocco
Arciprete

Aronne

Arrabbiato

art.2

Baol

Barbara

Bazar

Blogodot

Bloggerperfetca

Buraku (yoshi)

Ciechielefante
CuncettaMente
Desaparecidos

Diderot

Eco di sirene

Eginone

Espressione

Formamentis

Francesco Nardi

Galatea
Giorgiodasebenico

Heartprocession

Ioguido

Jimmomo

KK

Kulturadimazza

Makia

Malvino
Marcoz

Metilparaben

Miss Welby
NickFalco

Nic Pic
Numerabile

Pasqualedigennaro

Pensatoio

PDN

Poldone
Raccoon

Raissa

Raser

Rip

Sannita

Ugolino

Unaperfettastronza

100e500mhz

         Videos 

Le favolette Dell'Elefantino
  
              clicca sull'immagine


        La Bomba

  
      clicca sull'immagine


       Alta Marea
 

      clicca sull'immagine


    La Rossa in Rosso
  
 
     
clicca sull'immagine 

     Guido Guidacciu
  
  
               clicca sull'immagine!

       God, d'oro
  
               clicca sull'immagine!
         
      Fumettini
    
  Prima parte
Italia-Francia

           clicca sull’immagine!
 


Seconda parte Italia-Francia

       clicca sull’immagine!


    
  
 



Disclaimèr
Parliamoci chiaro. Questo blog non è un albergo né un giornale. Non è una carta, non è giornaliera né qualcosa da mangiare. Questo blog rappresenta l’offesa della tecnica all’uomo, e viceversa. Non è me, non è il munaciello che vi parla, non è me che vi dico, anche perché voi non esistete che in certe vecchie cartoline. Io e  te non esistiamo e, soprattutto, non coincidiamo. Quindi nel caso in cui tu avessi qualche soddisfazione da chiedermi per cose che ho detto o fatto a te o a qualsiasi tua parente di gradevole aspetto, non hai che da dadà darmi appuntamento domattina all’alba – facciamo alle cinque che prima delle cinque la gallina non fa l’uovo e posso mai duellare a stomaco vuoto? – dietro la chiesa abbattuta e sconsolata. Oppure mi chiedi con urgente violenza di rimuovere, ed io, che so intendere senza mercanteggiare, rimuorrò.

Stesso discorso vale per le immagini, le foto, e soprattutto per le cose che non capisci. E per quelle che non capisco io. Stesso discorso non vale invece per le sparatelle dei commentatori. Quindi altro discorso:



 

Technorati Profile

CERCA